Valore al terriotorio Il frutto è buono
Il territorio ci guadagna
I produttori lavorano con soddisfazione
 
HOME CASTAGNE DATTERI NOCCIOLE progetto NOCI PERE PESCHE PRUGNE
  "I NOSTRI PARTNERS"                      
 
Life S.r.l. - P.Iva 00609290044 powered by expry
   
 

Gallery 2012 Gallery 2013

In Italia, la produzione di noci è piuttosto modesta se confrontata sia con altre produzioni frutticole del nostro Paese, sia con le produzioni nocicole di altri Stati. La domanda di noci sul mercato europeo e nazionale è in forte crescita anche grazie alla valorizzazione degli aspetti nutraceutici del prodotto che è ricco di ac. grassi polinsaturi, in particolare acido linoleico (omega 6) e linolenico (omega 3), noti per l’effetto positivo sul funzionamento dell’apparato cardio-circolatorio.

Attualmente in Piemonte non esiste una filiera produttiva e le poche aziende faticano a collocare il prodotto o sono consorziate a cooperative di altre Regioni.
L’obiettivo del progetto è quello di avviare in Piemonte una sperimentazione per il rilancio della nocicoltura soprattutto nelle aree pedo-climaticamente più vocate per la coltura.
Il progetto mira a sviluppare una produzione di noci di qualità tramite la realizzazione di impianti specializzati di noci da frutto.


Questo obiettivo generale può essere suddiviso in obiettivi specifici:

  • Sviluppare la produzione di noci nel territorio piemontese;
  • Ricercare le cultivar più adatte sfruttando la vocazionalità ambientale nei confronti della specie, con l’obiettivo di fornire produzioni locali evitando le importazioni dalle zone di coltura europee ed americane;
  • Proporre una ‘filiera corta’ dove vivaisti, frutticoltori ed industria di trasformazione, sono in grado di produrre un prodotto locale di elevata qualità con benefici economici per tutti gli attori della filiera e garanzie di rintracciabilità per il consumatore.


Il progetto prevede la realizzazione di 2 frutteti sperimentali siti in 2 località poste nella zona del Roero scelti per le loro caratteristiche pedo-climatiche (terreno sciolto e ben drenato).
Lo scopo è quello confrontare diverse cultivar di noce (Juglans regia L.) per valutare la loro adattabilità agli ambienti di coltura.


Dopo un’accurata ricerca bibliografica, che ha permesso di ottenere informazioni sulle varietà da valutare, sono state acquistate presso il vivaio ‘UmbraFlor s.r.l.’di Spello (PG) piante appartenenti alle 6 cultivar di noce maggiormente interessanti a livello commerciale (‘Lara’, ‘Franquette’ e ‘Fernor’ per le cultivar francesi, ‘Chandler’, ‘Tulare’ e ‘Howard’ per le cultivar californiane) che potessero essere adatte alle nostre condizioni pedo-climatiche.
Le piante sono state stoccate presso i vivai Voghera di Baldissero d’Alba, con cui si sta collaborando al progetto, e saranno messa a dimora dopo il periodo invernale. La scelta di cultivar di origine francese e californiana è stata portata dalla scarsa disponibilità di cultivar di pregio italiane che sommino all’elevata qualità dei frutti anche il buon comportamento agronomico (veloce entrata in produzione, elevata produttività e attitudine alla meccanizzazione).



 
   
 
>